Dal territorio in tappa

Dal territorio in tappa

 
 Tappa 1 - 2020
Primo Piano
24/08/2020 Tappa 1 - 2020
La Maremma Grossetana: un luogo ideale per il cicloturismo

La Maremma Grossetana offre ampi spazi, orizzonti e tramonti mozzafiato, paesi antichi e borghi medievali, testimonianze etrusche e aree naturalistiche di grande interesse tra i quali (da nord a sud) il Parco Nazionale delle Colline Metallifere, la Riserva Naturale della Diaccia Botrona, il Parco Regionale della Maremma, la Laguna di Orbetello e l’Oasi WWF del Lago di Burano. I dolci saliscendi tra le colline dell’entroterra, i sentieri che costeggiano le spiagge incontaminate e le strade secondarie che si perdono tra i vigneti e gli oliveti centenari fanno della Maremma, la terra dei butteri, un’oasi felice per il cicloturista che qui può coniugare sport e turismo, alla scoperta di esperienze emozionali e gusti antichi. In Maremma natura, storia e tradizioni si coniugano, dando vita a itinerari che traggono la loro origine dalle strade tracciate dagli Etruschi e dai Romani; dalle antiche dogane dei pastori transumanti e dalle piste dei cavalleggeri medicei.

Itinerari turistici da percorrere in bicicletta che interessano anche i territori della provincia di Grosseto, fanno parte del progetto Cicloturismo in Maremma, di cui è possibile scaricare l'opuscolo completo dal sito istituzionale Quimaremmatoscana
 

Crocevia del cicloturismo nazionale

Il territorio della Maremma grossetana è attualmente al centro di progetti cicloturistici a lunga percorrenza sulla direttrice Ventimiglia - ROMA della Ciclopista TIRRENICA (Ciclovia BICITALIA 19), In questo contesto si inserisce il ponte ciclo pedonale sull'Ombrone inaugurato nel marzo 2019. Definita infrastruttura strategica già nella LR 27/2012, la Ciclopista Tirrenica fa parte dei dieci itinerari del sistema nazionale delle ciclovie turistiche (SNCT) del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ed è parte integrante del progetto INTENSE, il programma comunitario ‘Marittimo Italia-Francia’ per lo sviluppo del turismo sostenibile, che coinvolge le coste della Corsica in Francia e quelle di Liguria, Toscana e Sardegna in Italia.

Per maggiori informazioni sugli itinerari più vicini alla prima tappa:

 
12/08/2020 Tappa 1 - 2020
Polo culturale Le Clarisse e Musero Collezione Luzzetti

Il Polo culturale Le Clarisse, che ha sede nell’edificio storico dell’ex convento di Santa Chiara di Grosseto, ospita 4 istituzioni culturali:

Il Museo Collezione Gianfranco Luzzetti, allestito al piano terra dell’edificio intorno a un piccolo e suggestivo chiostro, e nella Chiesa dei Bigi, unica e preziosa testimonianza dell’arte barocca in città.

Al primo piano Clarisse Arte, uno spazio espositivo riservato a mostre temporanee e un centro di documentazione composto da: biblioteca specializzata in arte locale.

Al secondo piano la Collezione etnografica Roberto Ferretti e il MUSEOLAB, gestito dalla Fondazione Polo Universitario Grossetano e dall’Università di Siena, museo laboratorio nato a seguito degli scavi di archeologia urbana di Grosseto (1998-2003) che ospita reperti originali e grandi ricostruzioni grafiche della storia della città e del territorio.

Sito per approfondimenti o contatti:

 
12/08/2020 Tappa 1 - 2020
Parco della Maremma

Il Parco della Maremma è stato istituito nel 1975, secondo Parco Regionale istituito in Italia e il settimo in generale. Ha un’estensione di circa 100 kmq, comprende il tratto costiero della Maremma toscana che va dal promontorio di Talamone fino alla foce del fiume Ombrone, ed è delimitato verso l'interno dalla via Aurelia. Un territorio ricco di ecosistemi in cui si presta grande attenzione alla conservazione della biodiversità.

Per visitare il parco si possono scegliere una serie di percorsi a seconda della stagione, della durata e della difficoltà. Gli itinerari possono essere affrontati singolarmente, in gruppo ed anche con l'ausilio di una guida. Inoltre è possibile effettuare le visite anche a cavallo, in carrozza, in bicicletta ed in canoa. La visita è un’esperienza incredibile immersi in una natura avvolgente tra colori, profumi e canti degli uccelli (il Parco della Maremma ospita oltre 270 specie di uccelli), nel periodo estivo potrete anche approfittare per un bel tuffo in mare.

Sito per approfondimenti o contatti:

 
12/08/2020 Tappa 1 - 2020
I Vini In Maremma

Le Strade del Vino della Maremma sono splendidi itinerari che conducono alla scoperta della tradizione vitivinicola sul territorio maremmano.

Queste 3 “Strade del Vino” sono una delle opportunità più interessanti per scoprire i vini della Maremma, i bianchi e i rossi del territorio, i vigneti dove vengono prodotte le uve per il Morellino di Scansano, Ansonica dell'Argentario, Bianco di Pitigliano, Capalbio, Parrina, Sovana e Monteregio di Massa Marittima. Rappresentano anche un modo diverso per scoprire lo spirito più autentico della Maremma.

Attraverso questi tre itinerari si può conoscere la tradizione enogastronomica della Maremma, così antica da essere ricondotta agli etruschi. Itinerari che svelano anche altri "tesori" di questo territorio: paesaggi, testimonianze artistiche e culturali, antichi usi, tradizioni rurali e "oasi" verdi.

La strada del vino è l’ideale per chi desidera conoscere i produttori ed i processi di produzione, la storia delle aziende, spesso a gestione familiare e la straordinaria qualità dei prodotti aziendali, vini, olio, salumi e formaggi di produzione propria.

STRADA DEL VINO DI MONTECUCCO

La Strada del Vino Montecucco attraversa dieci comuni maremmani: Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Castell'Azzara, Cinigiano, Civitella Paganico, Roccalbegna, Santa Fiora, Seggiano e Semproniano. Su questo percorso troviamo il Vino Montecucco D.O.C. Tra i prodotti tipici di quest’area, tartufi e porcini.

Per informazioni: Azienda Agricola Salustri tel. 0564 990529

STRADA COLLI DI MAREMMA

La Strada del Vino di Maremma tocca tredici comuni maremmani da Grosseto, alla Valle del Fiora alla Costa dell’Argentario: Campagnatico, Capalbio, Grosseto, Isola del Giglio, Magliano in Toscana, Manciano, Monte Argentario, Orbetello, Pitigliano, Roccalbegna, Scansano, Semproniano. Lungo questa strada troviamo un vino D.O.C.G. il Morellino di Scansano e quattro vini D.O.C. Ansonica dell'Argentario, Bianco di Pitigliano, Capalbio, Parrina e Sovana.Tra i prodotti tipici di quest’aria La Bottarga di Orbetello della Cooperativa I Pescatori.

Per informazioni: Cantina Cooperativa dei Vignaioli di Scansano tel. 0564 507288

STRADA DEL VINO MONTEREGIO

La Strada del Vino e dei Sapori Monteregio di Massa Marittima attraversa otto comuni della Maremma: Massa Marittima, Monterotondo, Montieri, Follonica, Scarlino, Gavorrano, Roccastrada e Castiglione della Pescaia. Lungo questo percorso troviamo il Vino Monteregio D.O.C. Tra i prodotti tipici troviamo il carciofo viola di Castiglione della Pescaia e il panforte Margherita di Massa Marittima

Per informazioni: Centro Informazioni Associazione Strada del Vino Massa Marittima tel. 0566 906554.

 
 
Archivio notizie
Cerca
Banner Loyalty
Banner Giro Rosa sidebar

Scopri i team che partecipano al Giro in Rosa 2020

scopri
 
Css per il footer